Endodonzia

Una terapia di endodontica si rivela necessaria in caso di infiammazione della polpa del dente. Le cause che portano ad infiammare o, più in generale, ad esporre la polpa del dente, sono sostanzialmente da ricercare in un trauma o in una carie.

In seguito all'infiammazione la parte interna del dente, essendo composta da vasi sanguigni e nervi, provoca forte dolore e, se non tempestivamente curata, causa in prima battuta una pulpite e in seconda battuta potrebbe provocare una necrosi.

Per recuperare e curare il dente si ricorre appunto all'endodonzia (devitalizzazione), un trattamento che consiste nell'apertura della cavità canalare , successivamente trattato per rimuovere i batteri e la parte di polpa non più vitale e infine sigillato.

La terapia endodontica si rende necessaria anche per curare granulomi , i cui sintomi sono talvolta non dolorosi; proprio per questo è fondamentale sottoporsi a controlli periodici, in modo da individuare eventuali granulomi o cisti e anticipare la diagnosi e la cura.